Premesse

Il tema dell'Amministratore di sostegno, la sua innovazione nella tutela dei diritti di soggetti fragili, ha coinvolto la società nel suo complesso, a partire dalle realtà che ne hanno a cuore la coesione ed il riconoscimento dei principi di uguaglianza. 
La figura dell'Amministratore di sostegno che è stata proposta alle diverse realtà lombarde è una persona garante dei diritti umani di un'altra persona a lui "affidata" che vive una condizione di fragilità, è colui che si assume la responsabilità di condividere alcune scelte a favore del beneficiario rispettando i suoi bisogni e aspirazioni, è un nuovo modo per interpretare l'azione volontaria che assume un carattere di stabilità della cittadinanza attiva.
Per questo il progetto "AdS" si è configurato come una iniziativa "di sistema" capace di intaccare e modificare l'ambiente culturale, sociale, istituzionale che aveva fino ad allora limitato il diritto alla corretta protezione giuridica e la salvaguardia dei diritti fondamentali della persona. 
Non un semplice progetto formativo o di sportello, o di comunicazione... l'idea originale del Progetto volle sostenere, favorire e stimolare azioni complessive capaci di promuovere il diritto di ogni persona di avere, quando necessario, un Amministratore di sostegno al suo fianco capace di interpretare, riconoscere e far valere i suoi bisogni, aspettative, diritti fondamentali. 
Per raggiungere questo obiettivo fu necessario immaginare che il mondo associativo si aggregasse, superando i confini dei territori e delle categorie, per mettere in comune esperienze ed idee, conoscenza del territorio e delle persone che lo abitano ed arrivare ad elaborare progetti territoriali complessivi che comprendessero attività di informazione, sensibilizzazione, di ascolto e di presa in carico, ma anche di relazionarsi positivamente con le istituzioni territoriali responsabili e rappresentanti del benessere e della coesione della comunità. 
I leader delle associazioni locali hanno preso in mano il canovaccio scritto nel Progetto e lo hanno interpretato adattandolo alle caratteristiche ed alla storia delle loro organizzazioni e dei loro territori, imparando altresì a dialogare tra di loro anche a distanza.

 

banner surveybannerDeliberaHome

Iscrizione Newsletter

  

logoCOGE            logoCSV         logoFondazioneC        logoRegione       LogoLedha           logoONV