Protezione giuridica delle persone fragili

La complessità delle responsabilità e delle azioni connesse porta ad affermare che per assicurare una corretta applicazione della legge 6/2004 non basti un "ufficio", ma occorra un "servizio" che, oltre alla gestione istituzionale delle AdS, si organizzi per affrontare ogni aspetto correlato alla protezione giuridica, sostenga tutti i protagonisti nell'assunzione delle nuove responsabilità e garantisca il rispetto delle aspirazioni dell'individuo e il soddisfacimento dei suoi bisogni in armonia con le sue aspirazioni.

Si va dunque verso un'azione di sistema che porta alla promozione di Servizi per la protezione giuridica delle persone fragili, capaci di affrontare in maniera completa tutti gli aspetti del problema e sviluppare le seguenti aree d'intervento, ciascuna complementare e funzionale all'altra:

Sensibilizzazione e formazione delle persone fragili e delle famiglie 
sulla legge 6/2004 e sul significato della protezione giuridica per:

  • aiutare i soggetti fragili a maturare ove possibile la scelta della protezione giuridica per se stessi;
  • aiutare la famiglia ad assumersi le proprie responsabilità attraverso lo sviluppo delle competenze necessarie all'assunzione del ruolo di amministratore di sostegno;
  • sensibilizzare i genitori con figli minorenni disabili ad attivare il ricorso per l'AdS durante il 17° anno;
  • aiutare la famiglia, dove necessario, a progettare il "dopo di noi" identificando la persona di fiducia cui affidare la rappresentanza giuridica del congiunto.

Sensibilizzazione, reperimento e formazione di volontari 
sulla legge 6/2004 ed eventuale predisposizione di registri allo scopo di:

  • assicurare Amministratori di Sostegno persone vere accanto a beneficiari persone vere;
  • fornire una risorsa ai servizi sociali che devono promuovere ricorsi d'ufficio (possibilità per il candidato AdS di aderire prima al progetto di vita del beneficiario, inserendosi nel suo progetto individualizzato e divenendone parte attiva);


Sviluppo delle competenze delle terzo settore finalizzate a:

  • promozione di iniziative atte al reperimento di AdS volontari;
  • gestione diretta delle amministrazioni di sostegno.

Supporto concreto e professionale 
per la predisposizione dei ricorsi, e per la gestione dei compiti di tutela:

  • Supporto alle famiglie e ai soggetti fragili nella fase di presentazione del ricorso (si devono relazionare con competenza con i Giudici Tutelari);
  • Supporto ai servizi sociali e sanitari, pubblici e privati, che devono predisporre i ricorsi (obbligo all'azione derivante dall'art.406);
  • Supporto alle famiglie e ai volontari per la gestione concreta del ruolo.

Aggiornamento / Formazione 
sia del personale addetto ai nuovi servizi sia degli operatori sociali territoriali che devono acquisire sensibilità e competenze nuove per assumersi la nuova responsabilità di predisporre ricorsi.

Gestione "istituzionale" delle Amministrazioni di Sostegno
che i GT affideranno d'ufficio agli enti.

Per svolgere tali funzioni si può ipotizzare che un Servizio efficace necessiti di una struttura d'équipe con i seguenti profili:

  • responsabile con competenze giuridico/economiche
  • figure con competenze sociali ed educative
  • figure con competenze amministrativo/contabili
  • operatori esecutivi

Il Servizio potrebbe avvalersi di supporti professionali occasionali e specifici, individuare forme di collaborazione con il volontariato, sviluppare sinergie con il terzo settore per svolgere le azioni descritte, promuovere le capacità gestionali del terzo settore fino a consentirgli di assumere la gestione diretta delle amministrazioni di sostegno, ecc.

Il Servizio potrà trovare strategie diversificate per assicurare una gestione attenta e qualificata delle AdS. Ad esempio, potrebbe essere identificato, per ogni persona seguita, un operatore privilegiato di riferimento cui affidare il ruolo di interprete dei bisogni della persona e di mediatore delle sue esigenze con il Servizio che potrà curare invece gli aspetti più patrimoniali e la relazione coi Giudici Tutelari.

 

banner surveybannerDeliberaHome

Iscrizione Newsletter

  

logoCOGE            logoCSV         logoFondazioneC        logoRegione       LogoLedha           logoONV