La Rete associativa Regionale AdS (Amministratore di Sostegno) è nata da un progetto, promosso da Fondazione Cariplo, Co.Ge. CSV tra il 2009 e il 2013, che, ancora oggi, gestisce Sportelli di Prossimità AdS e promuove attività di informazione, formazione e consulenza a supporto delle persone con disabilità e/o fragilità e dei loro familiari.

Il Progetto Regionale ADS ha generato e coordinato gli originari i 15 Progetti AdS locali coincidenti con i bacini territoriali delle ex Asl e ha promosso lo sviluppo di un “sistema sussidiario per la protezione giuridica delle persone fragili” attraverso il dialogo con le istituzioni del territorio e la sottoscrizione di protocolli d’intesa di collaborazione. Un movimento generato dall’associazionismo lombardo unico in Italia per l’estensione e la coralità dell’intervento. In ciascun ambito territoriale delle ex ASL di Lombardia numerose Associazioni di tutela delle persone con fragilità appartenenti all’area della disabilità, della terza età, della salute mentale e delle dipendenze hanno scelto di condividere analoghe finalità culturali e operative e, a tal fine, si sono impegnate ad operare congiuntamente in modalità di “RETE” per sviluppare un’azione di infrastrutturazione sociale stabile nei rispettivi territori e si sono dedicate al tema della protezione giuridica delle persone fragili attraverso l’istituto dell’Amministrazione di sostegno e il supporto alla persona e alle famiglie. Ogni Progetto provinciale è nato attorno ad una intesa formale tra diverse associazioni rappresentative delle diverse fragilità, ha definito le proprie regole di funzionamento con un Comitato di Pilotaggio, scelto dalle stesse Associazioni e guidato da un’associazione Capofila che ha assunto la responsabilità organizzativa e funzionale. Le “RETI ASSOCIATIVE” hanno altresì ritenuto opportuno dare vita ad un apposito COORDINAMENTO REGIONALE DELLE STESSE RETI ASSOCIATIVE PROVINCIALI per assicurare una coordinata:

 - diffusione delle esperienze e scambio delle numerose buone prassi conseguite,
- azione di sostegno per il consolidamento delle attività proprie delle reti locali e per il rafforzamento dei rapporti sussidiari con le Istituzioni locali e regionali in materia di AdS,
- attività di comunicazione tra le singole Reti, il complesso delle attività, i rispettivi territori e più in generale l’intero ambito regionale per conseguire un progressivo incremento della conoscenza, delle sensibilità, dei valori e della cultura della protezione giuridica per le persone fragili 

Le Reti associative presenti all’ultima assemblea regionale del 25 febbraio 2019, che, a partire dalle criticità e dai punti di forza definiti insieme, hanno deciso la costituzione di gruppi di lavoro che hanno portato alla definizione del nuovo protocollo d’intesa

 

 

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.